Chi siamo

SAE – (Sapere Aude Editori) è un nuovo gruppo editoriale che si affaccia sulla scena dell’informazione italiana in un momento di grande difficoltà ma anche di preziose opportunità.

SAE pubblica i quotidiani Il Tirreno, La Nuova Sardegna, Gazzetta di Modena, Gazzetta di Reggio e la Nuova Ferrara, testate storiche dal passato glorioso, diffuse e radicate in un territorio dalle enormi risorse sociali, culturali, economiche che, in specie oggi, rappresentano ancora il motore di un’Italia fiaccata dalla crisi e da una pesante emergenza sanitaria.

La nostra strategia

L’idea ambiziosa è quella di ripartire dall’ambito locale e dalla sua forza di prossimità, immediatezza, identità  per ri-posizionare un modello di informazione (cartaceo+digitale) più vicino alla realtà del paese, ai suoi “sentimenti”, ai bisogni, alle aspettative ma anche alle sue straordinarie capacità di costruire innovazione e progresso. 

La nostra convinzione è che l’editoria quotidiana di prossimità e il patrimonio professionale ed umano che essa porta con sé, siano il fondamentale presupposto di un “ritorno al futuro” per l’intero sistema dell’informazione del nostro Paese.   

“Il futuro del giornalismo è fare più giornalismo di qualità”, che fondi su credibilità e autorevolezza la sua offerta informativa a un pubblico di lettori e soggetti sociali, imprenditoriali, istituzionali ormai stanchi di fake news e di notizie web mordi e fuggi.

L’orizzonte strategico su cui si innerva il nostro progetto è appunto l’Informazione Locale.
In Italia l’attenzione verso questa tipologia di comunicazione  appare molto significativa, se si considera che ben l’86% dei cittadini si informa abitualmente su fatti locali, anche se con una accentuata disomogeneità tra le diverse aree del Paese. 

In particolare, emerge una pronunciata propensione verso l’informazione locale nelle regioni caratterizzate da forti comunità locali con specificità territoriali e/o ambientali, storiche, linguistiche, quali la Valle d’Aosta e il Trentino Alto Adige (che presentano percentuali elevatissime e prossime al 100% della popolazione locale) o come il Friuli Venezia Giulia e la Sardegna, che vanno oltre il 90 per cento dell’attenzione (fonte Agcom). 

Questo ri-posizionamento nel territorio di un modello di informazione, in cui carta stampata e web sono artefici alla pari di un “racconto del quotidiano” più di prossimità e dunque più verificabile e attendibile, alla fine vuole tentare una risposta di successo alla generale crisi dell’editoria, che da un lato perde “lettori cartacei” in ambito nazionale e dall’altra accresce la sfiducia nei media digitali fuori controllo. 

La nostra vision

La coraggiosa ambizione del Gruppo SAE è quella di ripartire dall’ambito locale per ri-posizionare un modello di editoria più vicino alla realtà del paese, ai suoi sentimenti, bisogni, aspettative ma anche alle sue capacità uniche di costruire innovazione e progresso.

Dare voce e sostegno alla comunità, raccontando con la cronaca i fatti e portando avanti, anche tramite inchieste, la lotta ai privilegi, per far si che l’editoria locale non sia solo informazione ma una spinta allo sviluppo dei territori che copre.

I SOCI

Alberto Leonardis

Imprenditore e manager con più di 25 anni di esperienza durante i quali è stato Advisor direzionale di società quali Telecom Italia, Microsoft Italia, Oracle Italia, Siemens Medical Solutions, Poste Italiane e della società editrice Editoriale Novanta S.r.l. con deleghe di sviluppo. Azionista e presidente con deleghe operative de Il Centro S.p.A., società editrice del quotidiano regionale d’Abruzzo Il Centro. È stato azionista del primo periodico nazionale italiano nel settore ICT, il Corriere delle Comunicazioni e dell’agenzia stampa Dire. Inoltre, Alberto Leonardis è stato membro del comitato territoriale di Banco BPM. Ha cominciato la sua carriera come addetto alla rassegna stampa presso le relazioni esterne della Scuola Superiore Guglielmo Reiss Romoli del Gruppo Telecom Italia.

Maurizio Berrighi

Inizia da ragazzo a lavorare nell’azienda di famiglia, Berrighi Mario e Figli, diventandone amministratore nel 1992. Molto attivo nell’edilizia civile e industriale, nel tempo ha maturato forti interessi nelle strutture turistiche della maremma. Attualmente è socio di maggioranza e AD di una azienda toscana di estrazioni di calcare per uso industriale utili alla filiera chimica e socio della Hiper Cast, la principale azienda austriaca produttrice di film ad alte prestazioni per alimentari e prodotti farmaceutici.




Davide Cilli

Imprenditore e CEO del Gruppo Nextaly, Davide Cilli ha alle sue spalle più di 10 anni di esperienza nella realizzazione di grandi opere infrastrutturali e nello sviluppo di progetti legati al mondo delle imprese e Pubblica Amministrazione. Dopo importanti operazioni di Mergers e Acquisition, oggi è proprietario di una holding che detiene diverse società di telecomunicazioni, energia e informatica.






Pietro Peligra

Esperto del mondo digitale e delle tecnologie legate al settore dell’editoria, Pietro Peligra inizia la sua avventura imprenditoriale dopo aver conseguito un MBA ad Harvard. La sua esperienza e la sua attitudine lo hanno portato a diventare Amministratore di Portobello, barter ed editore di diverse testate, e a gestire una casa di produzione cinematografica, RS Productions. Nella sua esperienza editoriale è fondamentale ricordare il ruolo di CEO di Web Magazine Makers, editore della rivista Rolling Stones, e, precedentemente, di Managing Partner e Board Member di Italia Independent Group.



Luca Santini

Imprenditore nel settore della distribuzione locale di quotidiani, riviste, libri e altro materiale editoriale, Luca Santini possiede una grande competenza ed esperienza nella diffusione dei prodotti editoriali e nella loro commercializzazione.








Massimo Briolini

Direttore finanziario del Gruppo, Massimo Briolini è Dottore Commercialista e contabile dalla grande esperienza. Imprenditore nel settore immobiliare e mediatore creditizio, Massimo Briolini è un profilo altamente richiesto sia in qualità consulente aziendale che come Private Client Service.







Giulio Fascetti

Nel 1988 Giulio Fascetti fonda Graffio Editing S.r.l., società operante nel campo dei servizi editoriali, che annoverava fra i suoi clienti Il Messaggero, Il Tempo, Il Corriere dello Sport, Play Press e tanti altri. Nel 1998 crea Digitalia Lab S.r.l., società di stampa digitale e servizi web, fra le prime nel suo genere in Italia. Nel 2014 fonda Zona Franca Edizioni, di cui è socio unico e amministratore. Con questa società editrice pubblica diverse riviste di carattere nazionale (Fotografare, ARCHEO Misteri, Orologi – Le misure del Tempo, La Pesca Mosca e Spinning, Storia in Rete, Gli Enigmi della Scienza, UFO International, Gli Enigmi della Storia) e collane di libri, oltre che per le edicole anche per il canale librario.

Alberto Tivoli

Imprenditore dal 1982 quando fonda LIFE ed nel 1996 acquisisce Longari&Loman storica società di comunicazione strategico-creativa (attualmente 60 dipendenti) presidiando tutte le aree disciplinari della comunicazione, del digital e del media planning. Da oltre trentotto anni collabora e lavora a stretto contatto con tutti gli Editori e Concessionarie Nazionali di tutti i media, dai quotidiani alle TV nazionali, dalle Radio alle Affissioni, e con l’avvento del web con qualsiasi piattaforma e player sia operativo sul mercato digital media. 

Ha seguito oltre 1.000 casi aziendali sviluppando per questi la strategia di marketing, di comunicazione e la loro esecuzione.